• Veicoli
  • Tecnologia
  • Service
  • Ricambi
  • Notizie
  • Contatti

News

Grande anniversario

30 gennaio 2019

PER L'AZIENDA KÄSSBOHRER GELÄNDEFAHRZEUG IL 2019 SARÀ UN ANNO SPECIALE: PistenBully COMPIRÀ 50 ANNI!
Ben 50 anni fa PistenBully iniziò la sua avventura sull'Alpe di Siusi in Alto Adige. Una storia unica e ricca di successi, che ad oggi è ancora ben lontana dalla parola fine...

L'utile e il dilettevole
L'amante della natura Karl Kässbohrer trascorse nel 1967 una vacanza sugli sci sull'Alpe di Siusi in Alto Adige. Insieme al fratello Otto era proprietario delle officine Kässbohrer, che producevano uno degli omnibus di maggiore successo all'epoca (il "SETRA") e veicoli commerciali.
Ma cosa spinse questo intraprendente imprenditore svevo a realizzare un veicolo battipista? Sull'Alpe di Siusi Karl Kässbohrer aveva osservato una serie di attrezzi per la preparazione delle piste. Ma era convinto che nella sua officina a Ulm avrebbe potuto fare di meglio! Il suo spirito ambizioso si era risvegliato, animato dal desiderio di "sviluppare un veicolo per il divertimento e l'utilità". Detto, fatto.

Senza freni
Nel 1969 il primo PistenBully era già pronto per la consegna. Le innovazioni più significative riguardavano il motore diesel e la trazione idrostatica. Era iniziata una storia ricca di successi. Da allora ad oggi oltre 22.000 PistenBully sono stati consegnati in tutto il mondo. Il marchio PistenBully è addirittura diventato un nome comune per indicare i veicoli battipista.

Sempre al servizio del cliente
Dall'idea iniziale di "sviluppare semplicemente un veicolo per il divertimento degli sciatori", l'azienda si è oggi ampliata a livello globale e conta oltre 600 dipendenti, pur rimanendo a gestione famigliare. In stretta e costante collaborazione con i propri clienti, PistenBully ha continuato a migliorare e accrescere il know-how sui battipista come nessun'altra azienda.

Non solo in inverno sulla neve
Da 28 anni la ditta Kässbohrer Geländefahrzeug AG è attiva anche in estate con le macchine pulisci-spiaggia BeachTech. Progettisti esperti e ricchi di idee svilupparono all'inizio degli anni Novanta una macchina pulisci-spiaggia con un concetto innovativo di pulitura, che consentiva l'adattamento specifico alle singole situazioni di sabbia e imbrattamento, grazie al sistema brevettato della tecnica mista a rastrello e setaccio. Dopo un ciclo intenso di prove e modifiche, le prime macchine furono vendute già nel 1991. L'innovativo processo di pulizia definì nuovi punti di riferimento in un mercato che fino ad allora era limitato solo a livello locale e si avvaleva di attrezzature per l'agricoltura.

Sempre un passo avanti
Negli anni seguenti BeachTech si arricchì di ulteriori innovazioni tecniche e di nuovi modelli per adeguarsi alle esigenze dell'intero settore. Nel 1999 le macchine pulisci-spiaggia BeachTech erano già diffuse in 35 Paesi e contribuivano a rendere più accoglienti le spiagge in tutto il mondo. Oggigiorno, con una quota di mercato superiore al 50%, si piazzano al primo posto a livello mondiale tra le attrezzature per la pulizia della sabbia.

Applicazioni speciali
Con il passare degli anni l'espansione delle macchine pulisci-spiaggia BeachTech è progredita fino alla presenza attuale in oltre 70 Paesi. Dall'Irlanda all'India, dalla Corea del Sud al Sudafrica, dalla Norvegia alla Nuova Zelanda, dagli Emirati Arabi Uniti agli Stati Uniti: ovunque, di notte, i mezzi BeachTech lavorano alla perfezione le spiagge più belle. Ma le macchine BeachTech trovano applicazione anche al di fuori della sabbia. Le attrezzature BeachTech sono infatti utilizzate anche per pulire gli impianti di filtraggio dell'acqua o per preparare i campi dopo il raccolto.

Grandi successi per la pulizia dell'inquinamento da petrolio
Le macchine BeachTech sono state utilizzate con successo, loro malgrado, nelle catastrofi conseguenti alla fuoriuscita di petrolio. L'impiego d'emergenza in quattro grandi catastrofi ambientali ha consentito di ottenere importanti risultati. Con alcune modifiche tecniche BeachTech offre la migliore soluzione per separare in modo definitivo i depositi oleosi e i residui solidi dalla sabbia senza asportare una parte cospicua di spiaggia, come accadeva in precedenza.

Ben equipaggiato
Dalle prime prove eseguite in Italia, BeachTech è diventata l'azienda numero uno in termini di consenso e innovazione nel proprio ambito di attività. Con l'ampia gamma di prodotti e l'organizzazione di vendita e assistenza unica nel suo genere a livello mondiale, la divisione di Kässbohrer Geländefahrzeug AG dedicata alla pulizia delle spiagge è ben strutturata. Mediante l'acquisizione dell'azienda americana Cherrington Inc. nel 2017, Kässbohrer Geländefahrzeug ha ampliato la propria gamma di prodotti BeachTech. Sono attualmente disponibili 9 diversi tipi di veicoli, in grado di soddisfare tutti i requisiti relativi alle dimensioni e alle condizioni delle spiagge, nonché di rispondere alle esigenze economiche e tecniche dei clienti.

Emblema 50 anni:
la parola Amicizia è sempre scritta a lettere maiuscole con PistenBully
Battipista Kässbohrer – KSM 001:
l'idea iniziale si concretizzò a fine 1968 nei test sul primo prototipo con trazione idrostatica.
La nuova aggiunta a BeachTech: il BeachTech 2500 con numerose innovazioni
OK
Questo sito web utilizza cookies più informazioni